Tre mozioni consiliari della minoranza

Cassino Editoriale Oggi 23.05.2017

linchiesta 23 maggio 2017

Tre le mozioni consiliari attraverso le quali, unitamente ai consiglieri della Lista Progettiamo il Futuro, ho voluto sollecitare Sacco e la sua Giunta. La prima riguarda le cosiddette zone bianche, quelle aree sulle quali lo strumento urbanistico generale aveva previsto la realizzazione di interventi pubblici non attuati, però, nel corso dei 5 anni successivi. Il Comune ha l'obbligo di confermarne o variarne la destinazione, pena la nomina da parte della Regione di un Commissario ad Acta.

La seconda riguarda la proposta di interventi urgenti per eliminare lo stato di degrado ed abbandono in cui versa il Parco archeologico del castello dei Conti d'Aquino, uno dei luoghi più significativi della nostra città che il Comune ha l'obbligo di conservare e rendere appetibile ai visitatori.

La terza riguarda la proposta di realizzare dei moduli fotovoltaici all'interno del Cimitero comunale, così da rendere gratuita l'energia elettrica necessaria per alimentare le lampade votive. 

Ai sensi dell'art. 39 del vigente Regolamento comunale, le mozioni presentate da uno o più consiglieri vanno inserite all'ordine del giorno per essere votate dal Consiglio comunale. Mi auguro che la maggioranza mostri sensibilità e tragga spunto, approvandoli, dai tre suggerimenti che obiettivamente tendono alla buona politica, da sempre convinto che al cittadino ed alla comunità che si amministra più che le parole si debbano riservare atti concreti per migliorarne la qualità della vita.

Antonio Abbate

logopiccolo  

Antonio Abbate

sito web ufficiale    tel. 335 622 6601    email antonioabbate@libero.it 
Visite totali

Please publish modules in offcanvas position.