20180203 115509

Comunicato stampa sull'attività del Comune di Roccasecca

abbate roccasecca

La pochezza amministrativa del sindaco Giorgio, sotto il cui governo Roccasecca sprofonda da circa un decennio, sia stimolo per voltare pagina e restituire dignità alla città che dette i natali a San Tommaso.
E' tempo che le energie migliori, in vista del prossimo turno elettorale, facciano fronte comune ed archivino una delle pagine più buie della nostra storia amministrativa, proponendo idee e programmi tesi al bene della collettività ed improntati alla massima trasparenza.
Questo è il mio auspicio, che spero risuoni nelle coscienze della gente.
Si cominci con il proporre convintamente la valorizzazione del centro storico, potenziale straordinario per il rilancio dell'economia: subito la redazione dei piani particolareggiati e l'utilizzo di immobili come La Casa di San Tommaso, Palazzo Paolozzi e Ricovero Castiglia che, sebbene restaurati da anni, risultano inutilizzati; di pari passo si onorino i luoghi della storia e le nostre tradizioni migliori: recupero del parco del Castello dei Conti D'Aquino con l'ex Convento di san Francesco e si rilanci il Festival Severino Gazzelloni, con il coinvolgimento di capitali privati ma soprattutto redigendo progetti credibili che prevedano l'utilizzo delle risorse europee.
Si restituisca dignità alla macchina burocratica dell'Ente, partendo dalla risorse umane, senza avvilimenti ma incentivandone le capacità: si torni subito al loro coinvolgimento con l'affidamento della gestione diretta di servizi comunali, quali ad esempio la piscina, e non si prediligano pochi a danno dei più.

Si usi il buon senso e si ottimizzi la presenza di Roccasecca all'interno dell'Unione Cinquecitttà, nostra ideazione e sicuramente una grande opportunità per migliorare la qualità dei servizi alla cittadinanza.
Si riveda l'intero sistema della tassazione comunale, eccessivamente onerosa per i cittadini, riducendo le aliquote di Tari, Tasi ed addizionali Irpef, tenendo presente che l'esonero dal pagamento della tassa sui rifiuti sarebbe opportuno.
Si bandiscano da Palazzo Boncompagni le pratiche di clientelismo, si restituisca trasparenza all'azione di governo, si sostengano i soggetti più bisognosi.
Ho sorriso quando, leggendo il recente messaggio rivolto ai francesi per l'attentato di Parigi, il sindaco Giorgio si è ricordato dei cittadini di Croissy-Beaubourg, Comune gemellato con Roccasecca, ed ha espresso loro solidarietà: un legame, se autentico, viene coltivato.
Si riconquisti credibilità nel comprensorio, si faccia rete con gli amministratori dei Comuni vicini e non si sacrifichi mai il bene di tutti per il bene di pochi, pratica quest'ultima ormai molto in voga a Roccasecca.
Si assicuri qualità dell'ambiente e sicurezza della viabilità ricorrendo finalmente alle tante opportunità offerte dai canali finanziari regionali: Roccasecca, giova ricordarlo, può offrire molto sia per il turismo culturale che ambientale, essendo ricca di luoghi e siti che, se valorizzati, possono rappresentare straordinario richiamo ed interesse per i visitatori.
Non un libro dei sogni, quindi, ma azioni scontate che il buon amministratore saprà mettere in campo, senza personalismi ma con l'unico intento di restituire a Roccasecca una guida capace di soddisfarne le aspettative.
Ancora una volta, di fronte a questo progetto di rinnovamento per il bene di Roccasecca, non in prima persona, il mio contributo non verrà meno.

logopiccolo  

Antonio Abbate

sito web ufficiale    tel. 335 622 6601    email antonioabbate@libero.it 
Visite totali

Please publish modules in offcanvas position.