20180203 115509

Ennesima replica a Giovanni Giorgio

676 abbate_roccasecca

Non è solo perché nei giorni scorsi mi sono impegnato a non lasciare senza risposta le consuete bugie del sindaco e le sue cialtronerie amministrative, ma soprattutto per rispondere alle sue ultime farneticanti dichiarazioni che mi accingo all'ennesima replica.
Per giustificare la sua bocciatura a consigliere provinciale, offendendo la dignità di chi lo legge, dichiara di essersi candidato per compiacere il neo presidente della Provincia, lui uomo di partito così attento all'ideale dell'appartenenza: peccato che i suoi riferimenti politici varino al mutar del tempo, o meglio delle sue personali convenienze, ne sa qualcosa la parte che sosteneva l'altro candidato alla Presidenza della Provincia, come pure i suoi compagni di partito ed amministratori del territorio verso i quali ha ormai irreversibilmente perso la faccia.
La dignità per lui non ha valore, atteso che spudoratamente ha utilizzato pro domo sua il Piano Regolatore, ha privilegiato con disinvoltura la leva istituzionale per favorire amici e parenti, vive in un immobile oggetto di abusivismo edilizio. Tutto ciò, eticamente gravissimo, dovrebbe pesare come un macigno sulla sua coscienza (ma così non è), mentre la nostra città muore e con essa le aspettative dei cittadini, tartassati con l'aliquota Tasi del 2,5 x mille.
Entra poi egli nella sfera del mio impegno politico ed ironizza sul mio consenso popolare: non posso non rammentargli che, in ogni incarico pubblico da me ricoperto, la bontà del mio operato ha lasciato segni indelebili, procurandomi apprezzamento diffuso (anche il suo, quando saliva sul mio palco per applaudirmi).
Restando in chiave locale, all'eredità lasciata con il mio sindacato, ruolo cui dopo di me è potuto assurgere da inciuciatore, facendo leva sulla meschinità e sul tradimento di chi mi successe, non può certo paragonare l'insulsaggine dei risultati da lui colti in quasi due mandati da sindaco: sarà ricordato come uno dei peggiori sindaci di Roccasecca.
Se ne faccia una ragione, sempre più ferrea e tenace sarà il mio impegno per liberare la nostra città da suoi appetiti.

logopiccolo  

Antonio Abbate

sito web ufficiale    tel. 335 622 6601    email antonioabbate@libero.it 
Visite totali

Please publish modules in offcanvas position.