“Invece di valorizzare il patrimonio culturale, lo smembrano”

Antonio Abbate interviene sulla cessione di Palazzo Paolozzi e Ricovero Castiglia all’Ater

abbate roccasecca

“Non vedo quale sia il motivo di esultare da parte della nostra amministrazione comunale per la cessione all’Ater di Palazzo Paolozzi e il Ricovero Castiglia.
I due storici palazzi, il cui recupero, peraltro da tempio conclusosi, risale al mio mandato da sindaco, avevano ricevuto un finanziamento regionale che prevedeva la ristrutturazione e l’acquisto di arredi interni, in vista di finalità culturali per la rivitalizzazione del Centro storico.
Ora apprendiamo che diventeranno strutture per alloggi popolari.

In primo luogo, per destinarli a tale finalità occorrono lavori di riqualificazione molto onerosi, senza contare che soddisferebbero una limitata esigenza abitativa.
Non era più semplice chiedere un finanziamento per nuovi insediamenti, nelle aree previste dallo strumento urbanistico, con la possibilità di costruire molti più alloggi? Sarebbe costato di meno e le case a disposizione dei cittadini sarebbero state molte di più. E la Regione Lazio che sostenne gli oneri per il recupero dei due storici edifici, autorizzerà l’improvvida quanto non condivisibile variazione di utilizzazione degli stessi?
Un’operazione del genere serve a dimostrare in quanta considerazione si tiene la cultura da parte dell’amministrazione comunale: svilita, calpestata, direi umiliata.
Ma forse rientra in un progetto di certosino smembramento di tutto ciò che attiene al patrimonio storico della nostra città, visto il contemporaneo abbandono al proprio triste destino del Parco Archeologico del Monte Asprano, della Casa di San Tommaso e della tradizione tomistica.
Uno smembramento frutto di un’incultura di fondo, che sembra accanirsi contro tutto quello che a Roccasecca rimanda a tale mondo, da loro evidentemente molto distante, dimenticando che in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo, l’unica via di crescita e sviluppo è la leva culturale, in particolare a Roccasecca che in tale settore può vantare diverse eccellenze”.

Antonio Abbate

logopiccolo  

Antonio Abbate

sito web ufficiale    tel. 335 622 6601    email antonioabbate@libero.it 
Visite totali

Please publish modules in offcanvas position.