20180203 115509

Svelato chiaramente chi ha a cuore gli interessi dei cittadini e chi altri tipi di interessi

Il consigliere Abbate interviene sulla seduta dell’assise civica che discuteva la sospensione della Tarsu 2011

2012 03_06consigliotarsu_t

“Se c’era bisogno dell’ennesima prova di quanto l’amministrazione comunale di Roccasecca assomigli ad un circo di terza serie, ecco, la prova c’è stata. Nella seduta del consiglio comunale richiesto dalla minoranza per discutere la sospensione della Tarsu 2011, la maggioranza ha deciso di interpretare  ruoli da trapezista e di avventurarsi nelle più impensabili acrobazie per far passare come opportune scelte che sono vere  e proprie negazioni dei diritti dei cittadini.

Noi abbiamo posto una precisa e legittima domanda: perché, con puntualità svizzera e con scientifico accanimento, dopo aver sperperato denaro pubblico in campagna elettorale, superato lo scoglio delle elezioni, avete aumentato la tassa sui rifiuti, mascherandola con l’avvio di un supposto servizio di raccolta differenziata? Perché, nel momento in cui il servizio non è partito e c’è un contenzioso in corso, non si sospende la riscossione della gabella aumentata?

A questa domanda non hanno risposto, per avendo la minoranza reiterato la richiesta più volte. Hanno deviato il discorso, parlando di compattatori rotti, di dipendenti da pagare, di Unione Cinquecittà. Ma alla sostanza della nostra richiesta, che è poi la richiesta che proveniva dalla popolazione, hanno preferito non rispondere.

Alla fine, però, un dato certo è emerso: l’aumento è stato solamente il modo semplice per fare cassa sulla pelle dei cittadini e sanare le tante pendenze di cui il Comune soffre. Una chiarezza che è stata tale, nonostante la recita di un copione demagogico e strumentale interpretato dal sindaco e dal suo vice. 

Se il Tar darà ragione al ricorso proposto dal Comitato Civico,  come è molto probabile, il Comune si troverà costretto a restituire  i soldi ai cittadini, e con gli interessi. Un debito che affosserà definitivamente le casse pubbliche, configurando nel contempo un danno erariale di cui gli amministratori dovranno dare conto. Noi avevamo offerto un assist di buonsenso alla maggioranza: nella loro “solitudine amministrativa” hanno deciso di rifiutarlo. Ora se ne assumano la responsabilità. Altro dato certo: Roccasecca resta il Comune dove la tassa dei rifiuti è tra le più care del circondario ed il servizio tra i più scadenti!

La seduta consiliare è stata occasione per assistere anche ad un’altra decisione “acrobatica” della maggioranza: il cambio di destinazione d’uso di un terreno, da agricolo a produttivo, per l’insediamento di una scuola di cucina. Al di là della constatazione che una scuola poco c’entra con un’attività produttiva, se un imprenditore vuole investire denaro a Roccasecca, e ben venga, può benissimo comprare un terreno nelle aree in cui lo strumento urbanistico prevede la presenza della sua attività;  la proposta votata dalla sola maggioranza crea un pericoloso precedente: tutti potranno chiedere un provvedimento del genere e poi trasformare l’attività, il fabbricato, in casa di proprietà, costruendo dove non si può costruire. Ci hanno pensato i nostri amministratori o la decisione si è assunta unicamente per 'illudere' l’interessato?

Tutto questo equilibrismo, tra la supposta legalità e la sua manifesta negazione, nasconde un aspetto di fondo di questa amministrazione: l’assoluto immobilismo, l’assoluta mancanza di progetti di crescita.

Chissà che futuro immaginano per questa città, se lo immaginano. 

Non resta che sperare nel sussulto delle coscienze, del popolo che finalmente rifiuti questo modello nefasto di governo. La presenza numerosa di cittadini nella sala del consiglio di ieri è un segnale positivo per il futuro. Alla maggioranza circense un avviso: attenzione con queste acrobazie! L’attrezzo potrebbe rompersi e la caduta fare molto male”. 

Antonio Abbate

logopiccolo  

Antonio Abbate

sito web ufficiale    tel. 335 622 6601    email antonioabbate@libero.it 
Visite totali

Please publish modules in offcanvas position.